venerdì 28 agosto 2015

[Beauty&Style] Idee di legno

Quando devo fare un regalo, mi piace cercare qualcosa di originale, qualcosa di diverso, prediligo il Made in Italy, l'handmade e perché no, anche i prodotti eco-friendly.

In questo il web è il mio grande alleato: cerco e spesso compro direttamente online ricevendo comodamente a casa (o in ufficio essendo il luogo dove passo la maggior parte delle mie giornate ahimè) il prodotto scelto.

È proprio attraverso una di queste mie ricerche che mi sono imbattuta in questo marchio dai prodotti particolari, unici e un po' speciali: WeWOOD.

WeWOOD è un marchio completamente Made in Italy che realizza orologi in legno 100% naturale, privi di sostanze chimiche e tossiche, utilizzando materiali sostenibili e riciclati per creare oggetti di design, eliminando i danni ambientali e ripristinando le risorse utilizzate per creare ogni singolo articolo. Le diverse colorazioni sono date dai 6 diversi tipi di legno utilizzati, così da poter abbinare gli accessori ad ogni look. I modelli sono tanti, per uomo e donna.

 

Inoltre l'azienda realizza questi orologi con grande rispetto e responsabilità verso l'ambiente: collabora con American Forests (la più antica organizzazione no-profit per la tutela e l'espansione delle foreste in America) e Trees for the Future (organizzazione no-profit avviata a sostenere progetti agroforestali di self-help), quindi per ogni orologio acquistato si impegna a piantare un albero per "rigenerare madre natura un albero alla volta". Io la trovo un'iniziativa meravigliosa.

E quindi converrete con me nel dire che questo sì, è un regalo davvero speciale, non trovate?
Non solo si ha la possibilità di acquistare un oggetto particolare, ma grazie al sostegno del marchio stesso sosterremo il nostro meraviglioso pianeta. Io lo trovo eccezionale!

Per saperne di più cliccate qui sotto!
Spero di avervi dato un'idea, uno spunto originale per un regalo diverso dal solito o perché no, anche per un gratificano auto regalo!

 
(post sponsorizzato)

martedì 25 agosto 2015

[Travels] Le nostre vacanze in Sardegna

E’ ormai passato un mese dal nostro rientro e quindi, dopo avervi parlato della Turchia, è giunta l’ora di raccontarvi queste due splendide e caldissime settimane di luglio immersi nel favoloso mare della Sardegna.



Siamo partiti il 4 luglio, viaggio andata e ritorno in nave, noi abbiamo viaggiato con Grandi Navi Veloci.
Ci siamo concessi il “lusso” e l’agio, aggiungo un bel GIUSTAMENTE, di fare il viaggio in cabina.
Abbiamo navigato tutta la notte sia in andata che in ritorno, la durata è di circa 12 ore.
A tal proposito ci siamo organizzati preparando uno zaino contenente il cambio per tutti e 3 (abbigliamento e pannolini per Ale) in più per Alessandro ho portato con me la cena, i suoi biscotti per la colazione e qualche “snack”.
All’andata devo dire che il cambio abbigliamento è stato a dir poco NECESSARIO: aspettare 3 ore l’imbarco sotto il sole cocente di questo luglio torrido sulla banchina al porto di Genova ci ha fatto sudare “7 camicie”, per usare un eufemismo; al ritorno ci è andata decisamente meglio: imbarco velocissimo, attesa di non più di 15 minuti all’ombra della nave stessa… tutta un’altra storia. Per fortuna, comunque, in entrambi i casi, avendo preso la cabina, ci siamo potuti fare una doccia, cambiarci e rilassarci un pochino ( le cabine ci tengo a sottolineare che sono molto pulite e sono dotate di biancheria da letto e da bagno).




In Sardegna abbiamo optato per la sistemazione in un appartamento. Nello specifico noi alloggiavamo in un appartamento di amici di famiglia a Valledoria (SS).


Roccia dell'Elefante - Castelsardo (SS)
 
Abbiamo scelto di viaggiare in nave perché volevamo girare e quindi abbiamo abbattuto i costi di noleggio auto. E infatti ogni giorno eravamo in una spiaggia diversa!

Devo dire che Alessandro è stato bravissimo, nonostante il caldo e l'assenza di servizi, quali per esempio le docce di acqua dolce, lui ha sempre fatto il suo riposino nel pomeriggio e mangiato quello che gli preparavo per pranzo. Giocava tantissimo in riva al mare e con qualsiasi bimbo trovasse.
 
Vi mostro le spiagge meravigliose in cui siamo stati attraverso mappa e fotografie sperando di darvi qualche spunto per un ipotetico viaggio o anche solo x viaggiare con la fantasia insieme a noi ripercorrendo le tappe della nostra vacanza!
 
 

Stintino - Spiaggia la Pelosa







 

Castelsardo - Lu Bagnu


 

Badesi - Baia delle Mimose

 

Isola Rossa - La Marinedda

 
 
 
Cala Sarraina

 

Santa Teresa di Gallura - Rena Bianca



 

Santa Teresa di Gallura - Capo Testa


 
La Maddalena - Spiaggia del Polpo
(in realtà non siamo riusciti proprio ad arrivare alla Spiaggia del Polpo perchè la strada non è praticabile in macchina e a piedi sotto il sole con un bimbo piccolo non era proprio il massimo...)



La Maddalena - Spiaggia Spalmatore
 







Spero di avervi fatto sentire un po' parte della nostra vacanza e di esservi stata utile con dei consigli o spunti.

mercoledì 12 agosto 2015

[My City] EXPO Experience

Mi è già capitato di andare 4 volte in Expo e ogni volta è un’esperienza diversa, sempre piacevole così ho deciso di parlarvene.

Premetto che in questo post non vi voglio consigliare dove andare e cosa fare, ma voglio solo raccontarvi la mia esperienza, certa che tornerò ancora una volta (o forse anche di più) per visitare altri padiglioni che meritano sicuramente e ve ne parlerò.


In realtà solo due di queste quattro volte sono riuscita a girare qualche padiglione, in particolare il padiglione Colombia, in occasione dell’invito al Social Media Day di Expo come  free lance. In questa particolare circostanza ho avuto la possibilità di visitare l’intero padiglione, di fare una speciale degustazione dei loro caffè, che vi voglio vivamente consigliare perché sono eccezionali, e di assistere a due modi differenti di fare il caffè alla colombiana. Un’esperienza molto piacevole ed interessante, in particolare scoprire un paese che lascia incantati e che offre scenari naturalistici mozzafiato che si estendono dal mare fino a vette alte più di 5000 mt.


 

 
 

Sabato sera, invece, sono andata in compagnia della mia famiglia con l’ingresso serale (a tal proposito vi lascio il link per ogni informazione circa prezzo del biglietto e altro QUI ) e abbiamo visitato i padiglioni del Brasile passando sopra le famose reti, il Marocco che ci ha affascinato nel suo percorso sensoriale tra profumi, temperature, colori, e suoni, e infine il padiglione della Cina, con il suo meraviglioso spettacolo di fiori profumatissimi all’esterno e un abbagliante gioco di luci all’interno.
 
Brasile
 

Brasile

 
Brasile

 
Marocco

Marocco

Marocco
 
Cina

Cina
 
Cina
 
Ci sono delle cose di cui però voglio parlarvi per darvi dei consigli:
1) innanzitutto se andate coi figli piccoli sappiate che nella maggior parte dei padiglioni salterete la fila, vi faranno lasciare il passeggino fuori (dove necessario) in aree dedicate ed entrerete senza problemi.
2) In secondo luogo vi voglio parlare del cibo e vorrei sfatare il mito che mangiare in Expo è caro. Dunque io vi parlo da milanese abituata a spendere certe cifre per mangiare anche un semplice panino. Detto questo vi dico che ci sono tantissimi street food di qualità dove mangiare, spesso anche fuori dai padiglioni dove è possibile mangiare cibi tipici di quell’area (per esempio fuori dal padiglione Cina c’è uno street food cinese che la prossima volta non mi voglio perdere), nella zona centrale del Decumano (il corridoio centrale dell’esposizione) trovate Eataly dove potrete mangiare cibo tipico suddiviso in regioni, dal antipasto al dolce: potete scegliere di prendere un antipasto qui, un primo la, un dolce da un’altra parte. E’ una sorta di self service, ma assolutamente tutto di estrema qualità, made in italy, potete sedervi a mangiare nei giardini centrali oppure nelle balconate sopra i ristoranti, e sempre per coloro che portano con se i bambini la zona è dotata di seggioloni. E' importante ricordarsi che ovunque all'esterno del luogo dove si sceglie di mangiare c'è sempre un menu e i relativi prezzi, pertanto direi che di "sorprese" non si può proprio parlare. Cari lo sono i ristoranti dei padiglioni. Direi che quindi è sufficiente prestare attenzione prima di acquistare!
3)Un’ultima importante informazione che voglio darvi, all’ingresso dell’esposizione trovate un punto Welcome Area CHICCO che mette a disposizione passeggini di cortesia gratuiti, un’area nursery dove è possibile trovare tutto il necessario per cambio pannolino e allattamento, e un punto ristoro baby frindly con seggioloni, scalda biberon e scalda pappe. Nelle Welcome Area Chicco potrete anche solo recarvi per avere informazioni, indicazioni logistiche su tutti i punti e servizi Hospitality. Ad ogni famiglia verrà infine fornito un “welcome kit” contenente una mappa cartacea e digitale dei servizi family friendly e prodotti utili come le salviettine detergenti. QUI potrete trovare maggiori informazioni sui servizi offerti da CHICCO in Expo .
 
 
 

Last but not the least vi voglio assolutamente invitare a non perdervi il meraviglioso ed emozionante spettacolo dell’Albero della Vita, simbolo del Padiglione Italia nonché icona dell’intera esposizione.
QUI potrete trovare qualche curiosità sull’Albero della Vita.

giovedì 6 agosto 2015

[52 project] 30-31/52

Ed eccoci al consueto appuntamento con il mio 52 project... ma forse sarebbe meglio dire con il 52 project di Alessandro!

Un paio di foto, peraltro una già vista sui social, per ricordare questa 30° e 31° settimana.


*52 project 30/52*
una foto ogni settimana nel 2015
one photo every week in 2015
Pigiamino: H&M
Set gioco spiaggia: Tiger
Cuscini: H&M Home

*52 project 31/52*
una foto ogni settimana nel 2015
one photo every week in 2015
Camicia: Okaibi
Pantaloncini: GAP Junior
Bretelle: H&M
Scarpe: Hogan Junior

***Tutte le foto sono state scattate con Iphone 5S***

lunedì 3 agosto 2015

[My City] Mercato Metropolitano - Porta Genova

Sabato sera finalmente, nonostante la pioggia e il piacevole freschino, marito, figlio ed io siamo partiti alla volta del Mercato Metropolitano.

Questo 2015 è ricco di novità: una Milano tutta rinnovata e bellissima fa da sfondo a questa Expo. E così anche i Navigli, sono stati riqualificati, sistemati e oltre alla nuova bellissima darsena, sono sorti luoghi particolari, dal sapore un pò antico come il Mercato Metropolitano che partecipa al progetto "Expo in città".