Adotta un mondo di Si

DSC53625B15D
Oggi vorrei raccontarvi la storia di Agostino, un bimbo nato con la sindrome di Charge. Agostino quando è nato non respirava, a 20 giorni dalla sua nascita è stato operato al cuore, qualche tempo dopo anche alla laringe. Agostino è rimasto in ospedale per i suoi primi 8 mesi di vita, in una camera sterilizzata e asettica. Dopo 8 mesi arriva al Centro Osimo, dove con tanto amore e delicatezza l’équipe multidisciplinare della Lega del Filo d’Oro testa le capacità residue di Agostino a livello sensoriale, cognitivo e motorio.
Oggi Agostino ha 3 anni e ha già vinto tante battaglie: ai suoi genitori è sempre stato detto “non può, non riesce”, ma lui grazie alla Lega del Filo d’Oro oggi può camminare, può comunicare, può godere delle coccole di mamma e papà, può andare all’asilo come tutti i bimbi della sua età.

Agostino è solo uno dei tanti bimbi pluriminorati sensoriali che la Lega del Filo d’Oro aiuta quotidianamente ad imparare a comunicare e a sviluppare un certo grado di autonomia raggiungendo una buona qualità della vita. Un traguardo ambizioso che può essere raggiunto solo con la passione e la professionalità degli operatori, ma anche grazie al prezioso aiuto dei sostenitori.
Lega del Filo d’Oro dal 1964 si impegna per aiutare le persone sordocieche e pluriminorate psicosensoriali a sviluppare al meglio le proprie potenzialità e ne favorisce l’inserimento in società, offrendo al tempo stesso supporto alle loro famiglie.

Per questo nasce “Adotta un mondo Sì”, la campagna che incentiva le donazioni regolari che consentono alla Lega del Filo d’Oro di dire sì alle potenzialità dei tanti bambini sordociechi. Nel nuovo SITO è possibile trovare tante testimonianze di chi ha già scelto di sostenerli e rappresenta il modo più semplice ed efficace di permettere anche ad altri bambini di vivere la stessa esperienza di Agostino.

Le donazioni regolari rappresentano uno strumento importante per agevolare la costruzione di strutture specializzate, per l’assunzione di personale altamente qualificato affinchè ogni bambino venga seguito nel proprio percorso unico ed individuale. Scoprite di più sul prezioso lavoro che la Lega del Filo d’Oro sta facendo richiedendo maggiori informazioni attraverso il form sottostante.
(Post sponsorizzato in collaborazione con TheWOMOMS®)
Article Tags :
Francesca Fossali
Related Posts
Mamma

2 Discussion to this post

  1. Simona Gandini scrive:

    Ciao Francesca, sono capitata all’interno del tuo blog per caso ed è stata una caduta più che piacevole :)
    Nella miriade dei tuoi post, quello che mi ha colpito di più è stato proprio questo del Filo d’Oro! Ho “lavorato” anch’io per diversi anni all’interno di un’associazione dedicata al miglioramento e all’integrazione dei minori disabili all’interno della società e ti posso dire che è stata l’esperienza più bella della mia vita, perché questi bambini sono SPECIALI!
    Dovrebbero esistere maggiori associazioni come queste che aiutino chi purtroppo ha bisogno di un aiuto, perché portano speranze sia ai genitori che si sentono sempre dire “Non ce la farà mai”, sia al bambino in se’ che trova amore (non solo quello genitoriale) ma sia per le persone come noi, volontari, che impariamo a voler bene, ad accettare le piccole cose ed a veder il mondo con occhi diversi, occhi che vedono il meglio in qualsiasi cosa.

    Bisogna appoggiare queste associazioni senza pensarci due volte.

    Buona giornata,
    Simona.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

dodici − sei =