Sentirsi belle si può, basta conoscerne i segreti!

Vi assicuro che sentirsi belle si può e voglio svelarvi come perchè basta conoscerne i segreti. Ve lo dimostrerò!

Quando Francesca mi ha contattato per scrivere sul suo blog per un progetto che riguardava le donne al fine di aiutarle a sentirsi belle, a sentirsi meglio con se stesse, non ci ho pensato su, ho immediatamente accolto la sua proposta e questa iniziativa che trovo a dir poco stupenda!

Premetto che sposo totalmente la filosofia di Francesca, la sua solarità, la sua positività e la sua continua ricerca del bello in ogni giornata. Tanti sono i punti che ci accomunano e questo è sicuramente uno di quelli e anche quello che ha permesso ad anime affini come noi di farci incontrare.

Quante volte noi donne ci critichiamo?!? Siamo sempre troppo severe con noi stesse!

Ecco perché nasce questo progetto, per aiutarci tutte a sentirci più belle, ad accettarci di più, a valorizzare quelli che sono i nostri pregi per minimizzare poi i difetti che ognuna di noi ha.

Questo è il mio ruolo di consulente d’immagine e personal-shopper e questo è il messaggio che vorrei lasciare a tutte voi che leggete.

C’è chi di noi si sente troppo in carne, chi troppo magra, chi vorrebbe un seno più grande o più piccolo… e potrei continuare all’infinito! Lavorando con le donne, mi sono accorta di quanti motivi a volte siamo in grado di trovare per non piacerci, per non sentirci bene con noi stesse. Un giorno possono essere i capelli, il giorno dopo la pelle, il giorno dopo ancora non abbiamo nulla di adeguato da indossare.

Inutile dirvi che il problema del non sentirsi belle risiede tutto e solo nella nostra mente

Spesso trasponiamo la nostra stanchezza, le nostre insoddisfazioni e le nostre preoccupazioni su noi stesse, diventando così il bersaglio principale della nostra criticità. Ecco l’importanza del consulente d’immagine/ personal-shopper che vi può aiutare ad individuare i punti di forza per saperli meglio valorizzare, piuttosto che minimizzare i difetti cercando di nasconderli il più possibile. Ecco che il consulente d’immagine può diventare uno strumento per stare meglio con noi stesse.

Esistono tecniche per poter fare questo? La risposta è sì!

Innanzitutto bisogna conoscere a quale “forma” apparteniamo, che tipo di donna siamo? Sappiamo riconoscerci?

Sentirsi belle con un fisico a PERA o TRIANGOLO

Sentirsi belle

Se siete una donna PERA o TRIANGOLO, magari avete passato tutta la vita a nascondere gambe e fianchi, quando vi sarebbe bastato segnare il punto vita che avete ben delineato ed allargare le spalle! Segnando infatti il punto vita si minimizza l’attenzione dai fianchi e ampliando le spalle, la figura risulterà più armonica.
Come fare questo? Con una giacca o con una blusa con maniche a sbuffo, oppure ancora con maglie con scollo a barchetta o a V. Prediligete i colori scuri per la parte inferiore del corpo e quelli chiari per quella superiore; inoltre mettete in evidenza il viso con orecchini luminosi o una bella collana importante.

 

Sentirsi belle con un fisico a CLESSIDRA

Sentirsi belle

Se siete invece una donna CLESSIDRA come me, l’importante sarà segnare il punto vita ben definito e valorizzare il seno con le scollature che non dovranno per forza essere provocanti, basterà anche un accenno di scollo sul torace.Quindi il segreto sarà quello di valorizzare le forme senza involgarirle. Utilizzate cinture per segnare la vita, non aggiungete volume extra nella zona dei fianchi e del seno, utilizzate gonne ad A o a godet, vestiti tagliati in sbieco e wrap dress, pantaloni flare, pantapalazzo e pantaculotte ed infine t-shirt con scollo a V o ad U.

 

Sentirsi belle con un fisico a MELA o DIAMANTE

Sentirsi belle

Se siete una donna MELA o DIAMANTE, cioè senza punto vita, il vostro compito sarà quello di scoprire le gambe, che anche qui non significa per forza indossare la minigonna, ma utilizzare ad esempio jeans skinny con una maglia che arrivi sotto i fianchi, senza coprire del tutto il sedere. Magari non sarà facile trovare il modello di pantalone perfetto perché vi stringerà probabilmente in vita, quindi privilegiate i modelli elasticizzati. Prediligete per i vestiti il taglio ad impero, di tessuto fluttuante in grado di accarezzare il corpo senza segnarlo. Usate maglie con scollo a V o scollo asimmetrico, utilizzate gonne ad A e non utilizzate cinture e maglie aderenti.

 

Sentirsi belle con un fisico a TRIANGOLO INVERTITO

Sentirsi belle

Se siete una donna TRIANGOLO INVERTITO, le cose da fare sono essenzialmente due: cercare di minimizzare il seno che avete normalmente prosperoso evitando colli alti o colli a barchetta o girocolli ed utilizzando maglie con scollo anche non profondo; aggiungere poi volume sui fianchi con un pantalone a pences o una gonna svasata, quindi si’a gonne ad A, a pieghe o a palloncino. Utilizzate cinture per segnare la vita, pantaloni cargo o jogger e pantapalazzo, vestiti stile impero e wrap dress. Non aggiungete extravolume nella zona del seno e non utilizzate fantasie grandi o righe nella parte superiore che andrà minimizzata.

 

Sentirsi belle con un fisico a RETTANGOLO

Sentirsi belle

Se infine siete una donna RETTANGOLO dovrete stare molto attente nel giocare sui volumi, aumentandoli con capi dritti e balze concentrate in un punto.
Sarà invece inutile simulare un punto vita che non c’è! Utilizzate tessuti fluttuanti e femminili per dare femminilità al vostro fisico androgino, come pantaloni scegliete i pantapalazzo o quelli svasati, come invece vestiti utilizzate gli chemisier e gli abiti a kimono. Si’ a fantasie grandi, gonne plissé lunghe e rouches.

Come avete visto, partendo dal “riconoscersi” si può valorizzare la propria fisicità. Esistono poi altri modi per valorizzarsi, ma ne parleremo più avanti nei prossimi articoli, per svelarvi i segreti della consulenza d’immagine che vi permetteranno di sentirvi sempre meglio con voi stesse.

Vi invito ad amarvi innanzitutto, con i vostri difetti, anzi…iniziate da oggi ad amare maggiormente loro, perché è la vostra sicurezza e la vostra serenità a rendervi belle, non sicuramente una taglia 40 o un seno piccolo o grande. Sarete solo voi, con tutto il vostro vissuto, le vostre rughe che corrisponderanno a ogni sorriso e a ogni sguardo regalato, ad essere uniche!

 

Se volete sapere cos’è Let Spring Your Soul vi invito a leggere il post dove vi spieghiamo il progetto CLICCA QUI

–>prossimo appuntamento: Il decluttering, liberarsi del superfluo

Silvia Tosi
Silvia Tosi

Silvia -personal shopper-SilviaTfashion Mi ritengo un’esteta, amo la bellezza in ogni sua forma, da sempre appassionata di moda e arte. Amo i pois, amo i colori, amo i fiori, amo le righe coi fiori e i pois con le righe. Amo tutto ciò che è diverso ed insolito. Amo sperimentare e creare sempre qualcosa di nuovo. Mi piace proporre il mio stile che è uno stile particolare, fuori dagli schemi pre impostati, perché una cosa che non amo è la banalità. Ho coltivato la mia attitudine per la moda facendo corsi di stylist-consultant e personal shopper con la maestra di stile Carla Gozzi che mi ha dato conferma di quanto arte, antropologia, psicologia e moda siano tutte collegate e di quanto diciamo di noi attraverso i vestiti che indossiamo. Dietro ad un vestito c’è molto di più: c’è comunicazione. “La bellezza salverà il mondo“ (Fedor Dostoevskij)

Related Posts
cambio di stagione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *