Posts in Category

FAMILY LIFE

Felice anniversario amore mio. Sette anni tra alti e bassi, felicità e litigate, nervosismi ed esplosioni di gioia, 3 case (non tutte insieme eh), un cucciolo stupendo, persi un po’ nel mare della quotidiana noia per poi comunque ritrovarsi sempre… ma in fondo chi non li vive questi momenti?

Com’è andata a finire da Baby Bazar? Hanno venduto tutto? E’ rimasto qualcosa invenduto? Cosa devo fare? Alcuni oggetti che avevo portato sono stati acquistati, altri invece rimangono ancora invenduti. Per quelli venduti sono felice perche so che qualcuno iniziando a vivere nuovi momenti speciali con i propri bimbi portandosi con se un pezzetto del mio cuore, ora questi oggetti vivranno ancora una nuova vita e non andranno accantonati in un angolo della cantina perché “sono un ricordo”. Per quelli invenduti sono comunque fiduciosa, presto verrò contattata e in accord col personale valuteremo se abbassare ulteriormente

Sommersi dai vestitini dei vostri bimbi che ormai non usate più? Il seggiolone è praticamente nuovo, non lo ha mai usato, figuriamoci ora che è “grande”? Il passeggino è ormai un lontano ricordo, per non parlare del trio? Triciclo, peluches, scalda biberon, lettino, culla, sdraietta, giochi, nulla di tutto questo vi serve più? Ho la soluzione: Baby Bazar!

Lo sapevate che manipolare paste morbide libera la fantasia e l’immaginazione dei bambini? Oltre ad essere un passatempo piacevole e rilassante, utile per far ritrovare la serenità ai nostri bimbi dopo una notte agitata, dopo i  capricci o semplicemente dopo un gioco molto movimentato, la manipolazione è utilissima per lo sviluppo dell’attività motoria fine della mano e delle dita, propedeutica anche alla scrittura.

Coriandoli e stelle filanti in ogni dove: a Milano (e in pochi altri paesi) è  ancora festa, qui il carnevale si festeggerà domani seguendo la tradizione del rito Ambrosiano. E così per noi inizia proprio ora il momento dei travestimenti. Il costume scelto quest’anno da Alessandro cosa poteva essere secondo voi? Ma naturalmente Marshall della Paw Patrol.

“Caro Babbo Natale, Prima di iniziare ad elencarti i regali che vorrei, ci terrei a farti una premessa: la mia mamma mi dice sempre che sono bello e monello, a volte proprio un monellaccio, ma ti assicuro che non è così. Io faccio qualche dispettuccio a mamma e papà, ma loro non sanno che li faccio perché li vedo così poco che quando sto con loro ogni pretesto è buono per giocare.

La domenica è la nostra giornata lenta per eccellenza, la giornata in cui ci coccoliamo, ci viziamo, ce la prendiamo con calma e perché no, sgarriamo qualche regola. Il bello è che sgarrare è solo un’apparenza: domenica ho organizzato un piccolo brunch insieme al mio cucciolo e sulla tavola gli ho fatto trovare patatine e bevande colorate, biscottini, tutto era rigorosamente a misura di bimbo anche se Alessandro questo non lo sapeva. Ho allestito un piccolo angolino con il nostro tappetino peloso che fa tanta scena, preso i contenitori a

Non c’è bimbo senza capriccio, e il mio di certo non è un’eccezione. Ogni cosa e ogni momento diventano un pretesto per dispetti al solo fine di divertirsi, è chiaro, ma a volte questi scriccioletti sanno mandarci fuori dai gangheri. Colazione e merenda sono i momenti preferiti di Alessandro, sarà perché come me è un gran pignone e preferirebbe rimanere sotto le coperte al calduccio?! Chissà! Fatto sta che l’impresa “merenda”, in particolare, sta diventando qualcosa di epico. Ecco perché cerco sempre di proporgli varietà sempre diverse di gusti, di

1 2 3 4 5 12 Page 3 of 12