Posts in Tag

milano

Volete fare una pazzia, volete trascorrere 24 ore a Milano venendo da lontano, oppure anche da vicino, o semplicemente avete deciso di regalarvi una giornata nel cuore della Città abitando comunque nei dintorni, ma cosa fare? Cosa vedere? Dove andare? Oggi vi darò qualche dritta per regalarvi 24 ore a Milano indicandovi cose da fare senza spendere un euro (oltre a quelle del viaggio, sia chiaro).

A pranzo in altalena, si avete capito bene, proprio in altalena! Qualche giorno fa ho trovato un posticino nel cuore di Milano dove è possibile pranzare (e non solo, ovviamente) seduti su un altalena: il suo nome è Slow Sud e la mia foto su Instagram vi ha incuriosito molto!

Colazione da Madera, un piccolo posticino nascosto che sa di viaggio, di scoperta, di cappuccino cremoso e di cose buone. Adoro passeggiare e perdermi per le vie di Milano,  ma non sono sempre stata così. Apprezzo camminare da quando ho iniziato a viaggiare e a spostarmi in luoghi a me sconosciuti. Mi piace seguire le guide turistiche e i consigli di amici, ma ancor di più ora cerco la sensazione di piccola avventura che si prova quando si cammina senza meta perché, sono convinta che quando si trova un luogo

Brera è uno dei gioiellini milanesi, insieme ai Navigli, che al meglio rappresenta la vecchia Milano, quella che purtroppo non tutti conoscono in quanto considerata globalmente la grigia città, ben più nota invece come la capitale della moda, del design e del business.

Fare colazione da Architorta è un pò come fare un viaggio in una piccola galleria d’arte di New York, di quelle poco mondane, molto intime, dove sorseggiare un caffè lungo osservando quadri o deve sedersi a quel vecchio tavolo recuperato che si sposa perfettamente coi mattoncini rossi che fanno da sfondo alle opere.

Non ho dubbi. Il Brunch, quello con la B maiuscola, si fa a casa. Sono d’accordo con voi che in giro per la città, sia Milano (dove vivo io) o qualunque altra, non ci sia che l’imbarazzo della scelta. Ma volete mettere la goduria di alzarsi con tutta calma (solitamente la domenica, però non è detto) e con gli occhi ancora strabuzzanti e sognanti, il pigiama come outfit d’eccellenza, mettersi ai fornelli e cominciare la giornata con un profumino che rievoca i maestosi buffet degli alberghi vacanzieri? Ecco. Considerato che

Siediti, fermati e respira. Hai mai provato ad ascoltare il tuo corpo? Dentro di te scorre pura energia, non ce ne accorgiamo, ma è come l’elettricità: invisibile agli occhi, eppure c’è! Questa energia a volte è annacquata da un fiume di malesseri, altre volte è ferma, trattenuta dalla densità della vita quotidiana. Rimetterla in circolo ci fa ritrovare l’equilibrio.

Sono una milanese giramondo di quelle che l’essenziale ha le misure del bagaglio a mano. L’ultima puntina sulla carta geografica l’ho appuntata su una città italiana che ha fatto cadere la mia corazza da milanese tutta nebbia e grattacieli. Voi direte cosa centra tutto questo con i post dedicati a Milano? C’entra eccome perché, citando la mia amica Emanuela che ha un animo romantico, “casa è dove si trova il cuore“. E così alla ricerca del cuore perduto mi sono ritrovata durante il mio viaggio a Firenze prima in Via

1 2 Page 1 of 2